Master Award 2024 | Giles Clarke (ita)

wra_logo-removebg-preview
Vincitore Master Award 2024Giles Clarke
Haiti in Turmoil

Nel luglio 2021, quando l’ex primo ministro haitiano Jovenal Moise viene assassinato, il paese entra in una spirale di illegalità e brutale violenza tra bande, con migliaia di persone uccise e rapite, mentre per le strade imperversano furiosi scontri per il controllo del territorio. Secondo i dati delle Nazioni Unite, nel Paese si sono stati registrati circa 5000 omicidi nel 2023, più del doppio di quelli del 2022.
A Port au Prince si contano oltre 80 gang rivali: G-Pep, 5 Segond, 400 Mawozo, e la G9 Famiglia e Alleati, probabilmente la più potente di tutte. La G9 è una federazione di nove bande armate guidate dall’ex ufficiale della polizia haitiana Jimmy “Barbeque” Cherizier, la prima persona di Haiti ad essere sanzionata dalla Commissione per i Diritti Umani delle Nazioni Unite.
A fine febbraio 2024, nel violento processo di richiesta di dimissioni del primo ministro Ariel Henry, Cherizier si è assunto la responsabilità dei mortali attacchi coordinati contro le prigioni, le stazioni di polizia e gli edifici governativi che hanno chiuso l’aeroporto e portato a furiose battaglie di strada contro la polizia nel centro della città.

Copyright foto: © Giles Clarke

Giles Clarke è un fotogiornalista che focalizza l’attenzione su questioni di cronaca globali e legate alle situazioni di post conflitto. Ha iniziato la sua carriera cinematografica e fotografica a Berlino Ovest come assistente alla macchina da presa 16mm, al culmine della Guerra Fredda, a metà degli anni ’80, prima di passare a una carriera di successo come stampatore fotografico professionale in bianco e nero a Londra e New York. Nel 1997, Clarke ha lavorato nella camera oscura di Richard Avedon a New York per alcune campagne di moda diventate iconiche. Dal 1998 al 2008, Clarke si è trasferito a Los Angeles, dove ha lavorato con Channel 4 su storie dal contenuto basato su film e ha diretto e prodotto contenuti web per clienti come Budweiser, Hummer e Cadillac. Nel 2007, Clarke ha iniziato a raccontare le conseguenze del disastro della Union Carbide avvenuto nel 1984, direttamente da Bhopal, in India. Nel 2013, Clarke ha firmato un contratto con Getty Images Reportage e continua oggi a distribuire notizie e articoli attraverso Getty Images come collaboratore. Nel 2016, Clarke ha viaggiato con Ban Ki-moon in oltre 40 paesi per documentare l’ultimo anno di mandato del Segretario generale delle Nazioni Unite.
Clarke ha ricevuto numerosi riconoscimenti nella sua carriera come il 1° premio della National Press Photographers Association, un Lucie Statue alla Carnegie Hall, un Gold Award del PX3 Prix De La Photographie Paris, il ‘WARS Photography Award’ creato dall’Associazione 46 Parallelo/Atlante delle guerre e lo Sharjah Government Communication Award.
Il suo lavoro è stato ampiamente pubblicato su riviste e giornali ed è stato esposto in tutto il mondo.

sito web

Lodi, Palazzo Barni, C.so Vittorio Emanuele II, 17

INGRESSO A PAGAMENTO

Dove trovarci

casibom deneme bonusu