fbpx
Spazio TematicoAmi Vitale
Storie che fanno la differenza

Questa mostra ci farà viaggiare attraverso diverse nazioni dove Ami ha documentato con il suo sguardo attento la stretta relazione di complicità che si crea tra gli esseri umani e gli animali. Un’analisi profonda che mette in luce grandi sfide globali e problematiche locali raccontate attraverso gli scatti di una fotografa che tanto si spende per la conversazione delle specie e che costantemente cerca non solo di sensibilizzare il pubblico, ma anche di proporre soluzioni. Numerose infatti sono le iniziative di advocacy e raccolta fondi che promuove da sempre.

4 reportage che ci condurranno in Cina, Kenya e negli Stati Uniti.

La Cina ha intrapreso un percorso per salvare il suo ambasciatore più conosciuto: il panda. Ami ha seguito per anni la vita segreta di questi animali. Grazie all’accesso che le è stato riservato ha potuto documentare l’incredibile viaggio che ha riportato questi animali nel loro habitat naturale. In Kenya, ha raccontato gli sforzi di quelle organizzazioni e comunità locali che si stanno battendo per salvaguardare elefanti e rinoceronti. In Montana, nello stato natale di Ami, ha trascorso del tempo con un gruppo di allevatori che lavora al fine di integrare pratiche sostenibili nella gestione del bestiame.

Con questa mostra il Festival completa il percorso dello Spazio Tematico, dove l’ultima immagine è un monito per tutti noi.

www.amivitale.com

Ambasciatrice Nikon e fotografa per la rivista National Geographic, Ami VItale ha viaggiato attraverso più di 90 paesi, assistendo non solo a violenza e conflitti, ma anche all’incredibile bellezza e intramontabile forza dell’animo umano. Negli anni Ami ha vissuto in capanne di fango e in territori di guerra, ha contratto la malaria e ha indossato un costume da panda — attenendosi alla sua convinzione riguardo l’importanza del “vivere la storia”. Nel 2009, dopo aver fotografato una storia di grande impatto relativa al trasporto e al rilascio di uno degli ultimi rinoceronti bianchi nel mondo, Ami ha rivolto la sua attenzione alle tematiche naturali ed ambientali che oggi sono di maggior interesse.

Le sue fotografie sono state commissionate da quasi tutte le maggiori pubblicazioni internazionali e sono state esibite presso musei e gallerie in tutto il mondo. Di recente è entrata a far parte di Ripple Effect Images, un’organizzazione di note scienziate, scrittrici, fotografe e sceneggiatrici che lavorano insieme per dar vita a storie suggestive e di grande impatto, che mettono in luce le difficoltà che le donne affrontano nei paesi in via di sviluppo e i programmi che le possono aiutare. E’ inoltre membro del Photojournalism Advisory Council per la Alexia Foundation.

Ami Vitale, che oggi vive in Montana, è una fotografa a contratto per la rivista del National Geographic e tiene spesso seminari nelle due Americhe, in Europa e in Asia.

Torna indietro

Spazio Tematico

Torna indietro

Spazio Tematico

Footer version 1