Darcy Padilla - The Julie Project


 
  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • Pinterest
  • LinkedIn

La storia epica della vita e della morte di Julie si svolge in un arco di tempo di 18 anni e inizia con un incontro casuale nel 1993.

“ Ho incontrato Julie la prima volta il 28 gennaio 1993. Julie, 19 anni, si trovava nell’atrio dell’Hotel Ambassador. Era a piedi nudi, la cerniera dei pantaloni aperta e un neonato di 8 giorni tra le braccia. Ha vissuto nel distretto SRO di San Francisco, un quartiere di mense e stanze a basso costo. La sua camera era piena di pile di vestiti, posaceneri strapieni e rifiuti. Viveva con Jack, il padre della sua prima figlia Rachael, la persona che le ha trasmesso l’HIV. Mesi dopo lo lasciò per poter smettere di drogarsi.

Il primo ricordo che Julie ha di sua madre è, a sei anni, ubriacarsi con lei e subire poi abusi sessuali dal patrigno. Julie è scappata di casa a 14 anni ed è diventata tossicodipendente a 15. Ha vissuto per le strade, nei luoghi del crack e ha dormito con talmente tanti uomini indecenti e più anziani di lei che ne ha perso il conto.

Per 18 anni ho fotografato la complessa storia di Julie, delle sue molteplici case, l’AIDS, le droghe, le relazioni, la povertà, le nascite, le morti, le perdite e i ri-incontri, seguendo Julie dalle strade di San Francisco ai boschi dell’Alaska”.

Questa storia è il racconto attento dei problemi sociali che pesano sulla società americana.

Inaugurazione e visita con l’autrice presso la Ex Chiesa dell’Angelo – via Fanfulla 22, Domenica 15 aprile 2012 alle 11.30.

 

Darcy Padilla - Biografia

Darcy Padilla è una fotogiornalista e fotografa documentaristica che vive a San Francisco, in California.

Nel 1991, le viene offerto un lavoro presso il New York Times dopo uno stage creato per lei.

Darcy decide di perseguire i propri progetti documentaristici.

Per una delle sue prime storie, visita per due anni il reparto d’isolamento in una prigione di massima sicurezza in California fotografando detenuti malati di AIDS.

L’AIDS e le sue conseguenze diventano il nucleo del suo lavoro quando decide di trascorrere cinque anni fotografando gli abitanti di un hotel in uno dei quartieri più poveri di San Francisco e vede con i suoi occhi le conseguenze della povertà: solitudine, famiglie distrutte, droga e HIV con i suoi effetti devastanti.

Lo studio più duraturo di Darcy è la vita di una donna che incontra casualmente nel 1993. “The Julie Project” è il racconto epico della vita e della morte di Julie, progetto durato 18 anni. Questa storia vuole offrire uno sguardo attento sulla povertà, l’AIDS e i problemi sociali che affliggono la società americana.

Darcy ha vinto diversi premi, tra i quali il Guggenheim Fellowship, il W. Eugene Smith Memorial Award, l’Alexia Foundation Professional Grant, l’Open Society Institute Individual Fellowship, il Getty Images Grant for Editorial Photography e recentemente il World Press Photo Award nel 2011 e nel 2012.

Sito internet: www.darcypadilla.com


 


  • Facebook
  • Google Plus
  • Twitter
  • Pinterest
  • LinkedIn